Open House Roma: un weekend per riscoprire l’amore per l’architettura

con Nessun commento

Openhouse Architettura Hotel Trevi roma

 

Poche occasioni permettono, tanto ai cittadini romani quanto ai turisti, di riappropriarsi della consapevolezza del fascino della città: Open House Roma è senza dubbio una di queste. Open House Roma è un evento annuale che offre la possibilità di visitare gratuitamente centinaia di edifici capitolini, rilevanti per le caratteristiche architettoniche e per il loro valore storico e artistico. Un intero weekend dedicato alla scoperta di spazi e luoghi solitamente non accessibili durante il resto dell’anno. Un evento straordinario che si inserisce in un progetto internazionale, Open House Worldwide che ad oggi coinvolge 4 continenti e 31 città.

L’edizione 2018

L’edizione 2018 avrà luogo il 12 e 13 Maggio e aprirà ai visitatori le porte di 200 siti, oltre ad offrire un ricco calendario di eventi collaterali. Una delle caratteristiche più innovative di Open House, che ne fa davvero un evento unico, un anello di congiunzione tra passato e futuro, è la scelta di inserire nel programma tanto edifici di interesse storico quanto luoghi del design moderno e contemporaneo.

Accanto a scorci ed angoli nascosti o dimenticati, appaiono interventi di design che rivalorizzano e reinterpretano strutture preesistenti. Basta sfogliare le brochure delle passate edizioni per sentirsi tentati dalla ricchezza delle possibilità offerte: diverse sfumature e declinazioni dell’arte degli spazi, dagli edifici pubblici più classici, alle soluzioni abitative più avveniristiche.

La passata edizione

Nell’edizione 2017 è stato possibile visitare ed ammirare:

  • Accademie, biblioteche e sedi di istituti scientifici: strutture dove la cultura e la conoscenza nascono e vengono nutrite.
  • Teatri, Auditorium, Musei ed altri edifici che divengono casa delle arti.
  • Stazioni, studi, uffici ed abitazioni, dove design e architettura incontrano le esigenze quotidiane.
  •  Aree archeologiche, palazzi, conventi e altri siti usualmente preclusi ai visitatori

Oltre 200 siti; oltre 200 ragioni per innamorarsi nuovamente di Roma. Ad impreziosire ulteriormente questo weekend fuori dall’ordinario, concerti, sessioni di lettura, presentazioni e molti altri eventi di vario genere. Uno splendido evento che, forte della collaborazione di centinaia di volontari, accompagna gli ospiti con visite guidate completamente gratuite.

Cultori di architettura, studenti provenienti delle facoltà universitarie romane, dell’Accademia delle belle Arti o dagli istituti di design, volontari del Touring Club Italiano: un fiume di entusiasmo in grado di trascinare chiunque in questa full immersion nell’architettura di Roma.  Un’iniziativa che nasce davvero dal desiderio condiviso di esaltare il patrimonio di una città, un progetto encomiabile di cui essere grati come cittadini e appassionati d’arte.

 

Come sostenere Open House Roma

Nel caso si volesse prendere parte in prima persona e vivere l’evento da protagonisti, sul sito Web e sulla pagina Facebook dedicati è possibile trovare informazioni per proporsi come volontari. Un’occasione, soprattutto per studenti e lavoratori del settore, di stringere amicizie e contatti, maturare un’ esperienza stimolante e appagante al servizio della città e delle sue bellezze.

Non ultimo, per gli universitari ancora alle prese con corsi e piani di studio, è un’attività per cui vengono riconosciuti crediti formativi! Ci si può proporre come guide o come assistenti logistici per siti specifici; si può inoltre approfittare, come benefit, di un prezioso pass salta-coda. Si è ancora in tempo per vivere una delle iniziative più coinvolgenti dell’anno da protagonista: i prossimi incontri informativi sono in programma per il 3 aprile e il 1° Maggio. Se invece, apprezzando e volendo perorare la causa e l’intraprendenza di questo gruppo, si desiderasse contribuire in altro modo, è possibile sostenere l’evento con una piccola donazione. Questo è inoltre un modo per ricevere una splendida guida ai luoghi scelti per l’edizione di quest’anno: un ricordo tangibile di un’occasione vissuta appieno.