Poeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia

con Nessun commento

Poeti a Roma in mostra presso il WeGil

 

Dal 30 Marzo al 23 Giugno 2019, presso il WeGil di Largo Ascianghi a Trastevere. Il palazzo situato nel cuore della città, ristrutturato poco più di un anno e mezzo fa, rappresenta un vero e proprio hub culturale, capace di stimolare la nascita e lo sviluppo della creatività accompagnando la riscoperta delle eccellenze culturali, turistiche e enogastronomiche. In questo caso ospita la mostra promossa dalla Regione Lazio, organizzata da AGCI Lazio in collaborazione con LAZIOcrea.

 

Gli anni felici

Curata da Giuseppe Garrera e Igor Patruno, l’esposizione conta più di 250 fotografie originali. I ritratti raccontano i poeti e gli scrittori nella capitale e i loro rapporti di amicizia, di stima reciproca e di condivisione nella vita culturale di Roma. Una stagione straordinaria nella quale il fermento culturale era alimentato da una società in grande sviluppo, e lo stesso ambito culturale rispondeva suscitando nuovi stimoli.

Tazio Secchiaroli, Dario Bellini, Alberto Durazzi, Rodrigo Pais, Antonio Sansone e molti altri fotografi che seguivano con lucida esplorazione quegli anni, diventano, negli scatti, testimoni meritatamente privilegiati di momenti intimi e pubblici di un periodo irripetibile. La grazia esuberante di Pier Paolo Pasolini, il pensiero lucido e puntuale di Alberto Moravia, la forza emancipata di Elsa Morante, Anna Maria Ortese e Amelia Rosselli, e Attilio Bertolucci, Sandro Penna, Giorgio Caproni, Carlo Levi e tutti gli altri, hanno rappresentato una comunità di affinità elettive felici di creare.

La parabola poetica

Il percorso della mostra scorre fluido e avvolgente tra le immagini di cene, feste, serate di presentazione nelle quali si riconoscono altri protagonisti di quegli anni come Leonida Repaci, Laura Betti, Ninetto Davoli, a testimoniare la trasversalità di quell’esperienza e la grande capacità di entrare dentro tutti gli ambiti della società. L’interessante serie di documenti presenti, dove vengono mostrati progetti, prime edizioni, inserti, riviste e incisioni discografiche, offrono una quotidianità intima e comunque straordinaria.

Una parabola culturale fatta coincidere con gli anni di vita nella capitale dell’intellettuale, che, forse più di tutti, è entrato nelle viscere sentimentali di Roma; Pier Paolo Pasolini, che dopo il suo arrivo nel 1950, in una lettera di due anni più tardi, indirizzata all’amico critico e romanziere Giacinto Spagnoletti, comunica il suo grande entusiasmo per l’atmosfera di impulsi vissuti. Lo stesso intellettuale che finirà i suoi giorni assassinato all’Idroscalo di Ostia nel 1975. Proprio qui si ferma l’esposizione, dove le fotografie del suo funerale sono una struggente dichiarazione d’amore dell’intera comunità dei poeti e degli scrittori suoi amici. L’atto violento sancirà la fine di un’avventura umana e creativa che ha fatto storia.

La rassegna sarà impreziosita da incontri, dibattiti, proiezioni, approfondimenti con protagonisti ed esperti di quella stagione. Di seguito il calendario degli appuntamenti:

6 maggio ore 18.30
Una immensa rete di relazioni umane. I primi anni di Pier Paolo Pasolini a Roma
Modera Stefano Gallerani, Intervengono Filippo La Porta, Andrea Cortellessa, Renzo Paris
12 giugno ore 18.30
Tre donne nella Roma degli anni ’60 e ’70. ELSA MORANTE, AMELIA ROSSELLI E ANNA MARIA ORTESE
Modera Giuseppe Garrera, Intervengono Adelia BattistaMaria Rosa Cutrufelli, Sandra Petrignani

15 maggio ore 18.30
Andrea Di Consoli intervista Anna Folli, Gilda Policastro intervista Walter Siti

 

Info, Orari e Costi

Poeti a Roma. Resi superbi dall’amicizia

Dal 30 Marzo al 23 Giugno 2019, WeGil Largo Ascianghi 5

Orario: Tutti i giorni h 10.00 – 19.00
Biglietto d’ingresso: Intero: € 6.00, Ridotto: € 3.00 (valido per persone di età compresa tra i 19 e i 26 anni e over 65). Gratuito: fino al 18esimo anno di età e per persone disabili.

Tel.: 334.68.41.506, Il servizio è attivo dal lunedì alla domenica, h 10.00 – h 19.00